viaggio

Simpatici ‘sti travel blogger

Chi sono i travel blogger? Quelli che viaggiano e lo raccontano, o raccontano e viaggiano, o raccontano solo. Fanno tanti tweet, postano foto fighe, organizzano viaggi e sanno tutto di tutti i posti. Sono esseri mitologici metà connessione ad internet e metà valigia. 

Si complimentano a vicenda nella loro ristretta cerchia, ognuno sul suo feudo di pagine viste. Sono simpatici davvero, gli segnali un’idea, un progetto e quasi mai rispondono. Li elogi e avrai la loro attenzione. 

Esseri mitologici che sanno tutto ma difficilmente lo condivideranno. E la condivisione non è fare un tweet, la condivisione è partecipare e far prendere parte a un discorso, un gioco, un gruppo, un tema. Ampliare non precludere. 

Non mi aspettavo d trovare un mondo chiuso e arroccato su se stesso in gente che ama viaggiare. Ma poi ama viaggiare sul serio o è solo per raccontarlo? Solo per le affiliazioni? Per i premi delle aziende che propongono? Per gli articoli sponsorizzati? Perché dire travel blogger fa chic ma non impegna? 

vengo anchio no tu no

Annunci

4 thoughts on “Simpatici ‘sti travel blogger”

  1. Ciao,

    io rispondo a tutti, cerco di partecipare ad ogni progetto (se studio e lavoro me lo permettono) e leggo tutti i nuovi post dei blog che seguo, quindi non condivido in pieno ciò che avete scritto, anche se un fondo di verità c’è, purtroppo. Ammetto che di travel blogger “chiusi nel loro feudo” ne ho incontrati anche io.

    Ho notato che anche in questo piccolo mondo c’è chi scrive e pubblica per ottenere like, però, poi, le cose degli altri non si scomoda mai a leggerle, a meno che non siano state scritte da persone che conoscono di persona magari, ed è un peccato.
    Vedo che altri invece si limitano a commentare ed elogiare blogger che hanno tanti follower, dei piccoli vip, diciamo, però quando si tratta di blog più piccoli non li calcolano di striscio.

    Insomma, di cose negative ce ne sono in giro, ma non dimentichiamo quelle positive, questo cerchio di vip e fan è piccolo se confrontato con quello dei travel blogger “alla pari” che invece interagiscono e si aiutano a vicenda, indipendentemente dalla fama, se di fama si può davvero parlare. O almeno così sembra a me.

    Mi dispiace che voi non abbiate incontrato il “lato positivo della medaglia”, ma spero lo farete presto. 🙂

    Martina

    Mi piace

  2. Ciao!! anche io come Martina mi sento dI doverti contraddire in parte.
    Io ho aperto il mio blog a marzo e sono veramente all’inizio, ma quando mi é stato proposto qualcosa ho sempre accettato molto volentieri (ovviamente se é un’idea che appoggio perché “rispecchia” ciò che é lo stile che voglio dare al mio blog). Anzi ho proprio in ballo un progetto creato da altri blogger (con me era stata “nominata” proprio Martina) e non ho ancora risposto solo perché non ho ancora ben chiaro di cosa parlare..
    Io ho aperto iniziare blog non perché ami scrivere, ma perché se mi fai parlare di viaggi potrei andare avanti ore e potrei ascoltare chi ha da parlarne per altre ore. .. e non per i premi o i viaggi sponsorizzati. Anzi, la cosa sicuramente più importante é che AMO viaggiare, anche perché se no non avrei nulla da scrivere 🙂
    E ti dirò che ho avuto la fortuna di entrare in contatto con altre blogger di viaggi che non vedo l’ora di conoscere personalmente. Poi certamente ho notato anche io qualcuno che si “atteggia” di più perché é piu famoso ma che ci vuoi fare… ne é pieno il mondo di persone così, non solo travel blogger 😉
    A presto
    Elisa

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...